PIANTE BULBOSE

 

Sono definite bulbose le piante la cui produzione di fiori avviene tramite i bulbi. I bulbi molto simili a dei cipollotti che una volta interrati danno vita a piante da fiore di diverse forme e colori che garantiscono un giardino sempre fiorito grazie alle varietà ad impianto primaverile e quelle ad impianto autunnale. I bulbi, anche se in realtà le si suddividono in piante bulbose, tuberose e rizomatose, sono molto diffusi grazie alla loro facilità di coltivazione.

 

http://www.giardinaggiofacile.it/img/bulbi_tb.jpg

Piante bulbose - Schede dettagliate

La Calla è una pianta bulbosa perenne con fioritura da aprile ad ottobre, si presenta con fusti eretti e alti che sostengono spadici gialli e foglie lisce. Ogni spadice è fasciato da una spata, una foglia che avvolta a forma di imbuto, di color bianco.

Specie e varietà: La Zantedeschia Aethiopica è la tradizionale calla di colore bianco, la Green Goddess con spata bianco crema e verde, la Zantedeschia Elliottiana dai fiori gialli e foglie larghe, Zantedeschia Rehamannii dal fiore rosa che con la fioritura diventa porpora.

Cure e manutenzione: La calla va sistemata in un ambiente fresco durante il periodo i fioritura. Fiorisce dall’inizio della primavera, successivamente va in riposo e tutte le foglie muoiono. Nei mesi estivi collocarla in un posto asciutto e al sole. Innaffiare e concimare ogni settimana, la moltiplicazione dalle calla avviene per divisione della pianta.

 

Le specie di Iris si differenziano dall’altezza in epoca di fioritura dello stelo , dai 20 cm al 1,20 m, scegliendone di colori ed altezza diversa è possibile creare bellissime aiuole fiorite.

Impianto: L’Iris Barbati dopo la fioritura ad Ottobre va a riposo, questo è il momento ideale per separare i rizomi e creare nuovi impianti posizionandoli non troppo profondi nel terreno.Manutenzione: Concimare a primavera con un composto ternario fino alla fioritura. Eliminare le foglie che si seccano e tagliare gli steli dopo la fioritura e in estate diradare i rizomi.

 

Quasi tutte le specie di ciclamino sono rustiche, o semirustiche, e crescono nei boschi sotto alberi e arbusti, per lo più nelle zone montuose. Alcune specie di ciclamino a fiore piccolo sono adatte per essere piantate in giardino, dove si naturalizzano abbastanza facilmente.
Per la maggior parte delle specie il colore del fiore è bianco, rosa o rosso. Molti ciclamini producono fiori dal profumo intenso e gradevole, ma nei tipi coltivati a fiore grande questa caratteristica è andata perduta.

Cure e Manutenzione: Il ciclamino fiorisce da luglio a aprile, preferisce zone ombrose e fresche, le varietà commerciali fioriscono sia d’inverno che in altre stagioni dell’anno. Il ciclamino richiede un terreno ben drenato, ricco di sostanza organica e ombra parziale, nelle aiuole e nei giardini rocciosi si piantano a partire da marzo. Il ciclamino va innaffiato con moderazione evitando di rendere troppo umido il terreno.
La parte superiore dei bulbo – tuberi deve appena fuoriuscire dal terriccio.


Il Giacinto è una pianta bulbosa appartenente alla famiglia delle liliacee di origine Mediterranea e dell’Asia Minore. I fiori sbocciano a primavera a grappoli verticali in diversi colori. I bulbi in autunno vanno messi nel terreno e tenuti costantemente umidi o in vasi tenuti con abbondanza d’acqua. Lasciarli al buio per 10 settimane per migliorarne la radicazione.

Varietà: L’Aventine Arenden, il White Pearl, L’Innocente sono tutte varietà che fioriscono in bianco, il Pink Pearl, l’Anne Marie e L’Amsterdam producono fiori rosa, L’Osetera e i Delfts blu producono fiori blu.

 

Il Tulipano è una pianta bulbosa di origine Eurasiatica e Africana della famiglia delle liliacee. Si sviluppa con foglie verde brillante ovali e allungate, uno stelo su cui è collocato un unico fiore formato da sei petali uguali. I fiori del Tulipano variano sia nel colore che nelle striature, fiorisce dalla fine dell’inverno a maggio.

Cure e manutenzione: Il Tulipano è molto utilizzato a gruppi nelle aiuole, i vanno interrati in autunno in zone in penombra del giardino dopo aver lavorato con una vanga il terreno e aver aggiunto torba e sabbia. L’irrigazione del tulipano deve essere regolare ma senza eccessi nella quantità d’acqua.

 

http://www.giardinaggiofacile.it/img/calla.jpg

 

 

 

 

  

  

 

http://www.giardinaggiofacile.it/img/iris_barbati.jpg

  

 

http://www.giardinaggiofacile.it/img/ciclamino.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.giardinaggiofacile.it/img/giacinto.jpg

 

 

http://www.giardinaggiofacile.it/img/tulipano.jpg

 

Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!